Arredamento ergonomico: unire estetica e salute

Negli ultimi tempi abbiamo dato molto spazio all’arredamento ergonomico. Oggi c’è un’idea di casa diversa da cinquanta anni fa: la casa deve essere intelligente, smart, tecnologica ma soprattutto ergonomica. Che cosa significa e perché scegliere estetica e salute è la migliore delle ipotesi?

Arredamento ergonomico: cos’è?

Molte persone stanno propendendo nell’investimento dell’arredamento ergonomico. Il comfort è qualcosa a cui è impossibile rinunciare; dalla camera da letto alla cucina, fino alla zona living o studio, ogni arredo va scelto con cognizione di causa. Per esempio, le poltrone ergonomiche sono un ottimo investimento per chi lavora da casa.

Lo studio è una parte della casa che ha bisogno della nostra attenzione: con lo Smart Working in costante aumento, è importante investire sulla poltrona, scrivania e anche sui supporti che ci permettano di trascorrere tante ore al PC senza avere problemi alla schiena.

La camera da letto deve offrirci il comfort ideale: l’ora del riposo non può essere sottovalutata. Cuscino e materasso ergonomico è l’ideale per riposare perfettamente, aiutando la schiena e la cervicale.

Perché investire sulla salute

Come abbiamo visto, non è solo un investimento sull’arredamento, ma anche e soprattutto sulla nostra salute. Abbiamo visto come arredare in breve la camera da letto o lo studio, ma anche la cucina può essere una zona definita ergonomica.

Le cucine moderne bianche hanno conquistato i cuori di innumerevoli clienti. È dagli anni ’50 che il concetto di cucina ergonomica si è diffuso. Sostanzialmente, ci troviamo di fronte a un modo ottimo per strutturare la cucina per aree funzionali. Dal triangolo di lavoro fino allo studio sui movimenti svolti in cucina, le cucine moderne ad angolo o con isola hanno svelato i propri vantaggi.

È bene però sottolineare che è necessario avere molto spazio: il motivo è che in questo modo si permette il movimento delle persone o l’apertura delle ante della cucina.

Si può anche strutturare una cucina lineare, una delle più apprezzate perché è sviluppata su un’unica parete, totalmente in linea. La soluzione migliore per chi non dispone di molto spazio ma ha a cuore il concetto di ergonomico.